Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

news sull'Osservatorio c/o Miur

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Ott 20, 2017 8:41 pm    Oggetto: Ads

Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Ven Mag 18, 2012 1:26 pm    Oggetto: news sull'Osservatorio c/o Miur Rispondi citando

si è riunito ieri... sempre tutto sottosilenzio.....

Redattore Sociale del 18-05-2012

[url]Integrazione scolastica: dal 2013-2014 tutti i dati saranno on-line [/url]
Numero degli alunni disabili e degli insegnanti di sostegno, ma anche numero di alunni complessivo nelle classi con studenti disabili: tutti i dati saranno on-line, grazie a un sistema informatico che il Miur sta mettendo a punto

ROMA. Quanti alunni disabili sono iscritti nelle scuole italiane? Quanti insegnanti di sostegno operano al loro fianco? E quanti studenti ci sono nelle classi in cui è presente una disabilità? Sono domande che oggi con difficoltà trovano risposta, ma che a partire dall’anno scolastico 2013-2014 potrebbero essere facilmente reperibili on-line. E’ quanto hanno assicurato ieri i funzionari e i tecnici del Ministero dell’istruzione, che hanno presto parte alla riunione dell’Osservatorio sull’integrazione scolastica. “Per quest’anno – riferisce Nocera, vicepresidente della Fish -non ci sono i tempi, ma entro il prossimo anno il sistema informatico sarà ottimizzato”.

Tra le altre notizie che arrivano dall’incontro di ieri, c’è la presentazione, da parte della Consulta delle associazioni, di due iniziative legislative: da una parte, un protocollo d’intesa tra Miur e ministero della Salute, dall’altra un disegno di legge sull’integrazione scolastica. Il protocollo, spiega Nocera , “riguarda i rapporti tra Asl e scuola per la semplificazione delle certificazioni, delle diagnosi funzionali e del piano educativo individualizzato”. Il disegno di legge, “che potrebbe diventare decreto legge, riguarda in primo luogo la formazione degli insegnanti: un maggior numero di crediti relativi alle problematiche dell’integrazione, per quel che riguarda la formazione iniziale dei docenti di scuola secondaria; ma anche l’obbligo della formazione in servizio per tutti gli insegnanti relativamente alla specificità e i bisogni educativi speciali, da realizzare su base di contratti collettivi con i sindacati. Nella bozza del disegno di legge – continua Nocera - si prevede anche la formulazione, da parte del ministero, di indicatori per misurare la qualità dell’integrazione nelle classi, nelle scuole e in generale nel sistema scolastico. Infine, il disegno di legge prevede una maggiore continuità didattica del sostegno, almeno per la durata di un ciclo di studi. Il ministro Profumo, presente all’intero incontro, si è impegnato a presentare questa bozza all’ufficio legislativo e poi, eventualmente, al governo”.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Ven Mag 18, 2012 3:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fortunatamente abbiamo sempre qualcuno che ...vigila! Wink

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Ven Gen 18, 2013 9:29 am    Oggetto: Rispondi citando

si registra ancora attività da parte di quest'organismo così importante, che sia la volta buona? leggiamo tutti:

Superando.it del 17-01-2013

Convocare l’Osservatorio Ministeriale
ROMA. «Sono quanto mai numerose le domande che le associazioni e i familiari ci pongono sempre più frequentemente, in àmbito di inclusione scolastica, e alle quali non sappiamo rispondere».
Inizia così la lettera scritta al ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, al sottosegretario Marco Rossi-Doria e ai principali referenti istituzionali del settore, da Pietro Barbieri e Giovanni Pagano, presidenti rispettivamente della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e della FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità), le organizzazioni alle quali aderisce la stragrande maggioranza delle associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie nel nostro Paese.
«Infatti – prosegue la lettera – dopo l’incontro del luglio 2012 dell’Osservatorio Ministeriale Permanente per l’Integrazione degli Alunni con Disabilità, si sono succeduti numerosi fatti importanti, come la stipula del Protocollo d’Intesa firmato tra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e quello della Salute, il Convegno del 6 dicembre su Bisogni educativi speciali, inclusione scolastica e insegnanti di sostegno, organizzato dal Ministero e, più recentemente, l’annuncio di una nuova Direttiva sui BES (Bisogni Educativi Speciali), che richiedono degli approfondimenti da parte delle Associazioni e del Comitato Tecnico dell’Osservatorio».

Vengono quindi elencati i vari quesiti raccolti in questi mesi dalle Federazioni, vale a dire:
«- Dove sono andati a finire i fondi sull’inclusione scolastica previsti dalla Legge quadro 104/92, dalla Legge 440/97 [sull’offerta formativa, N.d.R.] e dalla Legge 69/00 [“Interventi finanziari per il potenziamento e la qualificazione dell’offerta di integrazione scolastica degli alunni con handicap”, N.d.R.]?
- Che ne è dei GLIP, i Gruppi di Lavoro Interistituzionali Provinciali, previsti per legge (articolo 15 della Legge 104/92), mentre il Ministero sta puntando tutto sui CTS (Centri Territoriali di Supporto), ai quali non siamo contrari, ma che sono organismi previsti da soli atti amministrativi e hanno quindi meno garanzie di permanenza in futuro dei GLIP, i quali ultimi hanno al loro interno anche esperti rappresentanti delle associazioni, ciò che non è previsto per i CTS, organismi solo tecnici?
- Cosa accadrà nei GLIP dopo la drastica riduzione dei docenti comandati presso gli stessi, che svolgono l’importante ruolo di consulenti alle scuole e alle famiglie e di segretari dei GLIP stessi (Decreto Ministeriale 122/94)?
- Cosa significa “sostegno di prossimità”, di cui ha parlato il professor Canevaro nel citato Convegno del 6 dicembre? E se non significa abolizione del docente per il sostegno, vuol dire che si accoglie la proposta della Fondazione Agnelli*?
- Tenendo conto che le famiglie e le scuole trovano sempre più latitanti le Unità Multidisciplinari delle ASL a causa dei tagli alla spesa pubblica, quali sono gli sviluppi del Protocollo d’Intesa tra MIUR e Ministero della Salute del luglio 2012?
- Quale accoglienza ha la nostra pluriennale richiesta della formazione iniziale e obbligatoria in servizio dei docenti curricolari, in modo da evitare l’attuale delega al solo docente per il sostegno, causa di un crescente contenzioso giudiziario per ottenere più ore di sostegno?
- Che ne è stato dell’abolizione delle Aree Disciplinari per il Sostegno nelle scuole superiori?
- Che ne è stato della costituzione della nuova classe di concorso per il sostegno?
- Che ne è dell’applicazione dell’Intesa Stato-Regioni del 20 marzo 2008, che è stata recepita da alcune Regioni, come il Piemonte e la Lombardia, ciò che non sembra stia avvenendo da parte del Ministero?».

Davvero tante domande, tutte fondamentali, che richiedono certamente risposte rapide. Per tutto ciò, quindi, i Presidenti di FISH e FAND hanno chiesto al ministro Profumo, al sottosegretario Rossi-Doria e ai funzionari del settore, una convocazione urgente dell’Osservatorio Ministeriale. (S.B.)

* Il riferimento è alla proposta presente nel rapporto intitolato Gli alunni con disabilità nella scuola italiana: bilancio e proposte (Erickson, 2011), elaborato dalla Fondazione Agnelli – insieme all’Associazione TreeLLLe e alla Caritas Italiana – ponderoso studio sull’opportunità di mandare la maggioranza degli attuali docenti per il sostegno a insegnare nelle discipline curricolari di rispettiva abilitazione, lasciando solo una percentuale di essi a comporre gruppi di esperti itineranti a livello provinciale o subprovinciale, come consulenti esterni alle singole scuole.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mer Mag 08, 2013 6:18 am    Oggetto: Rispondi citando

Arrivato il nuovo ministro dell'istruzione, si fanno sotto Fish e Fand - scusate, concedetemi questa piccola osservazione..... la notizia non appare su un quotidiano nazionale, magari su un sito ad "alto consumo", no..... già a chi interessa sapere dell'integrazione/inclusione, in Italia.....?:

Italia Oggi del 07-05-2013

Più spazio all'inclusione scolastica
ROMA. Nella valutazione delle scuole l'inclusione degli studenti con disabilità. Questo uno degli impegni sul tavolo del nuovo ministro dell'istruzione Mariachiara Carrozza. A richiedere con urgenza una riunione dell'Osservatorio dell'inclusione scolastica su questo tema due associazioni Fish e Fand, affinché nei prossimi decreti applicativi del nuovo regolamento sul sistema nazionale di valutazione (Snv) si «garantisca una valutazione della efficacia ed efficienza dell'inclusione scolastica quale componente ineliminabile del Snv», spiegano i presidenti Pietro Barbieri della Fish e Giovanni Pagano della Fand. Indicatori strutturali, di processo e di esito relativi a queste tematiche, che l'Invalsi dovrà definire, sono «fondamentali - spiega Salvatore Nocera, vicepresidente della Fish - per individuare, in sede di autovalutazione e valutazione sterna, quali sono le scuole che necessitano di correggere le loro didattiche per migliorarne i risultati anche a favore degli alunni con disabilità; e quali realizzano inclusione di qualità, così da segnalarle come esempi di eccellenza in una logica di emulazione». Una comunità scolastica accogliente e inclusiva è anche il risultato dell'azione dei dirigenti scolastici. Di qui la necessità che l'Invalsi individui indicatori anche nella valutazione dei presidi. Così come l'inclusione scolastica dovrà avere spazio anche nei programmi di formazione e nelle prove selettive degli esperti e degli ispettori dei nuclei per la valutazione esterna. Non meno importante, poi, il ruolo dell'Indire nel supportare le scuole nei piani di miglioramento dell'offerta formativa e dei risultati degli apprendimenti degli studenti, ma anche nel sostenere i processi di innovazione centrati sulle nuove tecnologie con un particolare riguardo agli aspetti legati all'integrazione scolastica. Se Fish e Fand ricordano alcune proposte di indicatori di qualità come base di partenza per l'Invalsi, la Fish rilancia una propria griglia secondo tre livelli: minimale, intermedio, ottimale. Così, la formazione delle classi migliore prevede un solo alunno disabile su un totale di 20 o meno studenti. L'insegnate di sostegno eccellente è specializzato, è anche a tempo indeterminato e ha frequentato corsi di alta qualificazione. Mentre il livello minimale di qualità della formazione dei docenti curricolari in classi con studenti disabili comprende la frequenza di almeno un corso di aggiornamento sulla loro integrazione. Una formazione in servizio di qualità prevede che tutti gli insegnati collaborino a progetti con un centro di documentazione, risorse e consulenza del territorio o con l'università o con l'Irre o con un centro specializzato sulla pedagogia e le didattiche speciali. Al progetto d'accoglienza dell'alunno, poi, collabora tutto il personale scolastico. La valutazione degli apprendimenti l'effettuano tutti i docenti curriculari e, separatamente, anche l'insegnante di sostegno, considera i rapporti stabili fuori della scuola dell'alunno con almeno un compagno. Necessaria una valutazione anche da parte del collegio dei docenti o del consiglio comunale.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 1.955