Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

ausili per ipovedenti e ciechi

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ausili
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Nov 25, 2017 7:59 am    Oggetto: Ads

Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Gio Gen 07, 2010 10:43 pm    Oggetto: ausili per ipovedenti e ciechi Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


è segnalato anche un manuale per la riabilitazione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Gio Giu 17, 2010 4:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il Sole 24 Ore del 17-06-2010

Music editor. Musica tutta da toccare

Spartiti in Braille. Anche i non vedenti possono comporre musica. Braille Music Kit è un editor che permette di trascrivere lo spartito in Braille, usando la tastiera del computer. Fra le potenzialità principali, il software riconosce i segni musicali formato Braille, permette di ascoltare la musica scritta e di convertire un file musicale scritto in Braille in un altro formato, stampabile. La gestione del testo musicale avviene tramite le classiche funzioni apri, salva, chiudi di un word processor. Ideato da Arca Progetti, azienda specializzata nello sviluppo di software per disabili, Braille Music Kit si basa sulle regole del Manuale Internazionale di Notazione musicale Braille dell'Unione Mondiale Ciechi.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Sab Giu 26, 2010 12:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

questo articolo lo metto qui anche perchè contiene un link che rimanda a due programmi da usare al pc; complimenti a Davide la cui mamma ha anche firmato nostre lettere Wink

L'Arena del 26-06-2010

Davide legge solo con le dita. E si laurea più bravo d’Italia

NOGAROLE ROCCA. Davide Bonfante ha tredici anni e legge con le dita della mano. E lo fa talmente bene che il 27 marzo a Tirrenia, in provincia di Pisa, questo ragazzino di Nogarole Rocca ha vinto l’ottava edizione del Concorso nazionale di lettura Louis Braille, promosso dalla Biblioteca Italiana per Ciechi “Regina Margherita" di Monza.
Simpatico e arguto, attraverso i polpastrelli Davide assapora parole, frasi, storie. Come quella di Pinocchio, che tanto lo appassiona. «Davide ama mettersi in gioco», assicura compiaciuta la madre Silva Tralli, da poco consigliere dell’Unione Italiana Ciechi (Uic), mentre Davide suona il pianoforte in un’altra stanza. Ecco allora che, come alla scorsa edizione, anche quest’anno ha deciso di partecipare alla gara di lettura. Il concorso coinvolgeva giovani e giovanissimi rappresentanti di ogni regione, suddivisi in sei categorie di età, e consisteva nella lettura di una storia. «A sorpresa», precisa però Davide. L’emozione, gli ha fatto dimenticare il titolo del racconto.
Loretta Agostoni, responsabile del settore di letteratura della Biblioteca “Regina Margherita", seleziona i titoli da proporre alla commissione per il concorso: per questa edizione, i ragazzini della categoria di Davide, ossia della scuola secondaria di primo grado, hanno letto ciascuno un brano tratto da “Mille anni di storie per ridere" di Jonas Anne. «Si valutano l’intonazione, certamente, ma anche la postura, l’abilità di leggere con entrambi gli indici, di rispettare la punteggiatura e, per i più grandi, di riconoscere l’inglese», spiega Agostoni. E Davide, dunque, ha vinto.
D’altro canto, questo ragazzino ha scoperto la lettura già all’asilo e a partire dalla terza elementare legge e scrive anche con il computer, grazie ai display braille, periferiche di pc che consentono di decifrare con il tatto il contenuto del video. Davide descrive con entusiasmo un programma per non vedenti ideato dall’ingegnere Guido Ruggeri: al sito [url]www.winguido.it [/url]si trovano due programmi autonomi, da installare liberamente sul computer, per eseguire una notevole quantità di funzioni tramite dispositivi ausiliari che non necessitano di ulteriori programmi. Davide può così leggere, scrivere, navigare in Internet, gestire la posta elettronica, ascoltare musica e soprattutto, ammette, «giocare a briscola e leggere le notizie sportive».
Ma Davide preferisce leggere sulla carta, lo trova più scorrevole. Per questo frequenta spesso la Biblioteca di Monza, da cui prende in prestito i libri che ama. «Perché i volumi scritti in braille sono ingombranti e piuttosto costosi», sostiene la madre Silva. In effetti, «i volumi somigliano a enciclopedie: la carta è più spessa per supportare la stampa a puntini in rilievo e ciascun tomo contiene al massimo centosessanta facciate braille, per facilitarne la rilegatura», aggiunge Loretta Agostoni.
Per fare un esempio, le avventure di Pinocchio sono articolate in due volumi. Fortunatamente, il premio del concorso consiste in mille euro da spendere proprio in materiale didattico. Anche per un libro di Pinocchio in codice braille, chissà.
Luigi Gelmini, presidente della sezione veronese dell’Unione Italiana Ciechi, racconta con affetto: «La vittoria di Davide Bonfante è stata una grande soddisfazione per noi. Quando ogni anno ci riuniamo per la messa nella chiesa di Santa Lucia, la nostra protettrice, di fronte a un pubblico assai numeroso Davide legge con disinvoltura e serenità. Questo ragazzino poco meno che adolescente, eppure già tanto motivato, è una promessa per noi e farà onore alla nostra categoria».
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Dom Giu 27, 2010 9:22 am    Oggetto: Rispondi citando

bè, qualcuno poteva avvisare che il link del primo post non funziona più!.......

cmq volevo condividere con chi ha un bimbo/a che ha avviato il percorso alla lettoscrittura: mi è stato consigliato di prendere un'etichettatrice in modo che mio figlio si abitui a sentire i puntini del braille e quindi a mettere piccole targhette con le parole sugli oggetti di uso comune e anche sui muri.
L'ho presa ieri mattina e intanto ho già fatto una scritta che ho appicciccato sul cruscotto, così ogni volta che mettiamo il piccolo in macchina, siccome lui tocca tutto quello che ha intorno (leva delle marce compresa! Very Happy ) passa le ditina anche sulla scritta.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Lun Lug 12, 2010 12:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Corriere.it del 12-07-2010

Uno schermo elastico per leggere meglio in Braille

ALLO STUDIO NEGLI STATI UNITI. Per ora è soltanto un prototipo. Faciliterà ai non vedenti l'uso del computer per testi e immagini.
Un sistema di schermi elastici che si sollevano idraulicamente quando «sentono» una differenza di potenziale elettrico, permette di leggere a tutto schermo testi e immagini «tradotte» in Braille

MILANO. Immaginate di vedere una riga alla volta quel che c'è sullo schermo del computer. È quello che succede oggi ai non vedenti quando si siedono davanti agli schermi che «traducono» in braille email, siti web, documenti. Non occorre dire che questo non semplifica certo l'uso del computer ai non vedenti: per questo Neil Di Spigna e Peichun Yang, due ricercatori dell'università del North Carolina, stanno studiando un nuovo tipo di monitor che possa consentire ai ciechi di «vedere» il computer come tutti gli altri, «a tutto schermo». I loro primi risultati sono stati presentati alla International Conference on Electroactive Polymer Actuators And Devices di San Diego.

ESPERIMENTI – I monitor attuali per braille, ha spiegato Di Spigna, sono di fatto scomodi e per giunta costosi (da 1.600 a 3.600 dollari). «Noi stiamo cercando di creare uno strumento più funzionale ed economico, che consenta ai non vedenti di interfacciarsi più facilmente a uno schermo intero, dove immagini e testo siano «tradotte nei puntini in rilievo leggibili. Dei display tattili, insomma, a tutto schermo». I ricercatori hanno messo a punto schermi elastici che si sollevano idraulicamente quando «sentono» una differenza di potenziale elettrico. Il meccanismo prevede l'uso di un polimero elettroattivo non costoso ed efficace: è questo materiale che consente di «sollevare» i puntini braille all'altezza giusta in ogni punto dello schermo. «Poi, un ulteriore meccanismo consente ai puntini di sopportare il carico applicato quando le dita del non vedente leggono il braille – spiega Yang, che sta testando per primo la nuova tecnologia essendo lui stesso un non vedente –. Uno dei vantaggi di questo sistema è la velocità di risposta del polimero elettroattivo, che consente a chi legge di farlo velocemente, come chiunque altro, e di avere una rappresentazione anche delle immagini».

SCHERMO – Il primo prototipo non è del tutto ultimato, e secondo Di Spigna occorrerà un altro anno prima di averne uno perfettamente funzionante e altri 4 anni prima di produrlo in serie. Ma la strada sembra tracciata e abbastanza presto, secondo i due ricercatori, avremo display a tutto schermo, aggiornabili in continuazione proprio come quelli standard. «Leggere in braille sul computer oggi è essenziale ad esempio per trovare un lavoro – dice Yang – Crediamo che il nostro schermo possa dare ulteriori opportunità in questo senso a chi è cieco. La tecnologia informatica degli ultimi 20 anni è stata relativamente inaccessibile a chi non vede; per i nuovi prodotti, dagli smart phone ai navigatori digitali, noi semplicemente non esistiamo come possibili utenti. E tutto questo perché la tecnologia dei display non è migliorata per fornire uno strumento valido per i non vedenti. Con il nostro schermo vorremmo far sì che i ciechi possano avere presto completo accesso a tutte le nuove tecnologie, da internet agli e-books, a costi inferiori di quelli attuali», conclude Yang.

Elena Meli
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Lun Lug 12, 2010 3:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cavoli, sarebbe splendido!

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mer Set 22, 2010 5:28 am    Oggetto: Rispondi citando

AUDIOLIBRI SCARICABILI GRATUITAMENTE!!!!!!!!!!
(ancora non ho visionato il sito, però)

Il Gazzettino del 21-09-2010

Libri che si ascoltano (gratis) sul sito web "made in Marca"

Consulente aziendale di 34 anni s’inventa editore sul web

CONEGLIANO. È nata dalla [CENSORED] a di un economista coneglianese di 34 anni la casa editrice Skybook. Pubblica solo inediti, preferibilmente opere prime, e ha come unico canale di diffusione la rete di internet proponendo solo audiolibri, libri che non si leggono, ma si ascoltano, ma soprattutto non si vendono: sono gratis. Gli audiotesti sono, infatti, scaricabili al solo costo della connessione (gli introiti provengono dalla pubblicità audio).
«Chi naviga nella rete cerca la gratuità - spiega il fondatore, Francesco Vidotto - lo prova il fatto che il 10% dei nostri visitatori ha scaricato un audiolibro mentre nei servizi a pagamento il rapporto visite-download è molto più basso».
A 34 anni Vidotto ha fatto il grande salto: laureato in Economia e titolare di uno studio di consulenza aziendale, ha lasciato la carriera per seguire un'intuizione imprenditoriale e la sua passione per la letteratura. Venduta l’attività ha scelto di puntare quei profitti su un nuovo modo di fare editoria.
Occhi chiari che osservano con attenzione tutto ciò che lo circonda e un'attrazione struggente per la natura, Francesco è anche autore di due romanzi pubblicati - in edizione cartacea... tradizionale - da Carabba (ne ha un terzo in uscita in primavera). Ha scoperto gli audiolibri grazie al suo precedente lavoro: costretto a spostarsi continuamente in auto non voleva rinunciare alla lettura. Ne ha analizzato le potenzialità e si aspetta entro 5 anni un boom nel mercato italiano: «Solo da poco è possibile salvare centinaia di dati audio in minimi spazi. Negli Usa il mercato degli audiolibri ha dimensioni 10 volte maggiori che da noi. I consumatori sono solo in parte non vedenti e dislessici: sta diventando una moda anche tra teenager che non hanno mai amato leggere».
Il 34enne coneglianese sa sfruttare i social media come Facebook e
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

: on-line da appena due mesi ha già oltre 1100 accessi unici al mese.

Laura Repossi
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Mer Set 22, 2010 4:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusate vado un attimo out-topic:

KODIA, guarda un pò più sù: dove avevo letto dello schermo elastico? Quel giorno al lago tu, Franco (mio marito) e i ragazzi siete quasi "scciopadi" a ridere quando l'ho menzionato Twisted Evil Sembrava avessi detto la più grande caxxxxxata della storia! Thò ciapa!

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Gio Gen 20, 2011 10:33 am    Oggetto: Rispondi citando

mamma mia è passato tutto questo tempo dall'ultimo post in questo topic! e sì, dani hai ragionissima Very Happy chiedo scusa se ho avuto un momento di amnesia e ho fatto una delle mie brutte facce Embarassed

cmq, ecco una news che mi sembra interessante, il ditale tecnologico......
Mondo Tech del 19-01-2011

Arriva il traduttore istantaneo al Braille per i non vedenti, indossabile al dito
Tra novità elettroniche e tecnologiche con oggetti pressochè inutili che ci travolgono ogni giorno ecco spuntare, ogni tanto, qualche innovazione davvero utile, in grado di poter realmente migliorare la vita di alcuni di noi.

In questo caso i beneficiari della nuova invenzione sono le persone non vedenti, che si affidano alla lettura del Braille per comprendere i testi. Si tratta infatti di una specie di guanto hi-tech da applicare al dito capace di leggere i normali testi e trasformarli, al contatto col polpastrello, in contenuti inBraille, facilmente riconoscibili per le persone capace di “leggere” questa tecnica di scrittura.

Ma come è possibile? Sulla superficie esterna del ditale, in corrispondenza con il polpastrello, è presente una potente microcamera ideata appositamente per il riconoscimento e la scansione dei testi scritti e stampati secondo lo standard classico, che invia poi ad un processore interno che lo rielabora e, tramite una microtecnologia di feedback tattile, lo trasmette al dito. La sensazione sarà quella di sfiorare con l’indice un testo in Braille, senza però aver fatto nulla.

Una novità di importanza immensa: non hanno limiti le applicazioni in cui questo “ditale” potrebbe essere utilizzato. Immaginate solo quanto potrebbe rivelarsi utile per le persone non vedenti, o ipovedenti che raramente possono sfruttare scritte in Braille, dovendo accontentarsi di “ascoltare” e rinunciare, ad esempio, di leggere un giornale.

Questo dispositivo dovrebbe esordire sui mercati internazionali a metà del 2012, periodo in cui potrebbe addirittura essere potenziato e perfezionato. Nessuna info sui prezzi, anche se sarebbe opportuno che per oggetti del genere fosse lo stato ad intervenire per fornirlo gratuitamente a chi ne ha davvero bisogno.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 10:54 am    Oggetto: Rispondi citando

La Sicilia del 18-11-2011

Nuove tecnologie sonore per non vedenti
CATANIA. Si chiama "Vettore evolution" l'ausilio di ultima generazione che attraverso un percorso tattile-plantare consente di aumentare in maniera sostanziale l'autonomia dei non vedenti e degli ipovedenti. È stato realizzato a Catania nella Stamperia Braille qualche anno addietro dalla collaborazione scientifica tra l'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, il Consiglio nazionale delle Ricerche , la Fondazione Laboratorio del Politecnico di Milano ed è capace di realizzare, attraverso un sofisticato quanto rivoluzionario sistema di microchip e di radiofrequenze grazie al quale il non vedente viene informato mediante un sistema acustico, lungo un percorso, sulla direzione di marcia che sta percorrendo, su eventuali pericoli o addirittura sapere a quale numero civico si trova.
Adesso è stato ulteriormente potenziato e la versione aggiornata è stata ufficialmente presentata all'assessore regionale per la Istruzione e la formazione professionale Mario Centorrino alla presenza anche dei deputati Lino Leanza e Marco Forzese consigliere provinciale Calogero. A accogliere gli ospiti, il vicepresidente della Stamperia avv. Concetto Palumbo, il direttore generale della Stamperia dott. Pino Nobile, il vice presidente regionale dell'Unione ciechi prof.Gaetano Minincleri, il presidente provinciale cav. Antonino Gemellaro e il direttore amministrativo dott. Patrizia Finocchiaro. L'incontro è stato occasione di confronto fra la Regione e la Stamperia che da ormai più di 30 anni s'impegna per soddisfare i bisogni culturali e di crescita dei non vedenti e degli ipovedenti siciliani. «Da molti anni ormai -ha spiegato in proposito il direttore dott. Pino Nobile -questa struttura si pone come punto di riferimento per i non vedenti e gli ipovedenti siciliani, grazie al lavoro incessante del presidente avv. Giuseppe Castronovo e portato avanti grazie all'impegno dei dipendenti e delle cooperative affiliate».
Da parte sua, in rappresentanza di Castronovo, l'avv.Palumbo ha puntualizzato l'unicità del polo tattile multimediale nato come costola della Stamperia. Grande considerazione per la Stamperia ha espresso anche l'on. Leanza. Da parte dell'assessore Centorrino,infine,una proposta e una rassicurazione ai soggetti con problemi di vista: un appuntamento per una discussione approfondita e produttiva sulle varie problematiche, e l'impegno personale a evitare tagli economici. In dono all'assessore sono state consegnate una targa ricordo della Stamperia e una collana di libri in braille dal titolo "Frammenti di luce". (A. TOR.)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 10:55 am    Oggetto: Rispondi citando

Redattore Sociale del 18-11-2011

Nasce "Auxilia", l'ausilioteca mobile che porta le terapie a domicilio agli ipovedenti
BOLOGNA. Un servizio mobile per portare a casa delle persone ipovedenti il meglio della tecnologia e attivare percorsi riabilitativi personalizzati. Si chiama “Auxilia: un’altra visione” ed è il nuovo progetto dell’associazione Retinite Pigmentosa Emilia-Romagna, finanziato dall’Ima Spa, il gruppo di Ozzano dell’Emilia leader mondiale nella produzione di macchine automatiche per il packaging. “In occasione dei suoi 50 anni Ima ha lanciato tra i suoi dipendenti un bando per finanziare progetti socialmente utili – spiega Mirella Bighi, presidente dell’associazione – Tra quelli premiati, il progetto che abbiamo presentato insieme a un nostro volontario, è stato scelto perché punta sulla domiciliarità e sui servizi per favorire l’autonomia. La condizione di ipovedente comporta con frequenza uno stato psicologico complesso – continua – La progressiva perdita della vista, anche se parziale, rappresenta infatti un passaggio difficile, che presuppone un periodo di adattamento molto delicato, in cui occorre prendere atto del cambiamento, elaborare l’accaduto e cercare di andare avanti”.

Il progetto Auxilia sarà operativo dal prossimo marzo e prevede la creazione di un’ausilioteca mobile e l’apertura di un nuovo spazio a disposizione delle persone con disabilità visive. L’allestimento di un automezzo opportunamente attrezzato consentirà al personale competente dell’associazione di recarsi a casa degli ipovedenti, presentare un campionario degli ausili e degli strumenti tecnologici a disposizione, spiegarne le potenzialità e il funzionamento e quindi iniziare, sotto la guida di un operatore, percorsi riabilitativi su misura, che permettano di sfruttare al meglio il residuo visivo rimanente. “Spesso per un ipovedente anche la strada sotto casa o il corridoio dell’appartamento possono essere percorsi pieni di ostacoli – aggiunge Bighi – La riabilitazione domiciliare può dunque essere una strategia dal grande potenziale, in particolare per le persone che, per età o per una grave disabilità, hanno difficoltà a muoversi. Per loro – continua – il solo atto di doversi recare presso una sede specializzata, magari con la necessità di un accompagnatore, può costituire un motivo sufficiente per rinunciare a ogni trattamento”.

Tra i progetti dell’associazione c’è anche una nuova sede accessibile e aperta a tutti, dove presentare la più ampia scelta di ausili ottici, elettronici e informatici: dai video ingranditori ai telescopi galileiani, dalle lenti agli occhiali prismatici e ai software per la lettura con sintesi vocale, fino a segnalatori acustici, termometri parlanti e rilevatori di colori. La sede ospiterà inoltre seminari e incontri di auto-aiuto e dare consigli su come, a volte con poco, sia possibile migliorare la vita e l’autonomia di chi ha limitazioni alla vista. La nuova sede sarà un punto di incontro e informazione a livello regionale per le persone ipovedenti e per i loro familiari, ma anche il luogo dove svolgere in maniera continuativa i percorsi riabilitativi. Inoltre, lo spazio sarà allestito come una vera domoteca, con alcuni ambienti che saranno arredati come quelli di una casa comune. Una cucina, una stanza e un corridoio saranno appositamente adattati e resi funzionali per le persone con funzione visiva limitata, in modo da mostrare nella pratica come spesso sia possibile – con piccole modifiche come ante scorrevoli, allarmi sonori e sveglie colorate – migliorare le abilità e le autonomie degli ipovedenti nei contesti di tutti i giorni. (lp)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Lun Gen 16, 2012 12:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

un kit per "imparare" i colori e non solo...... dal sito non è che si capisca granchè, qualcuno ne ha mai sentito parlare?

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Sab Feb 02, 2013 5:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

qui siamo nel cammpo delle APP:

SuperAbile.it del 02-02-2013

"Brailletouch", arriva l'app che permette ai ciechi di scrivere su I-phone Strumento creato dai ricercatori della School for innovative computing della George Tech, negli Stati Uniti. Consente di usare sei dita per creare tutte le combinazioni di punti che formano l'alfabeto Braille. Ora si pensa al corrispettivo per Android

BRUXELLES. Avere la possibilità, per le persone non vedenti, di scrivere in Braille sull'Iphone e di esportare quanto si è scritto per postarlo su Facebook, Twitter, per inviare una mail o un messaggio. Questo si poteva già fare con diversi programmi, ma un'app che esce oggi e che si chiama Brailletouch permette di raggiungere una velocità di scrittura media di oltre 23 parole al minuto, con punte di 32 parole, molto maggiore di quella che si ottiene utilizzando la tastiera Qwerty virtuale nativa del dispositivo, con cui una persona che non vede scrive in media dalle dieci alle quindici parole ogni sessanta secondi.

Ma qual è l'aspetto innovativo di Brailletouch? In sintesi è il fatto che si possono usare sei dita per creare tutte le combinazioni di punti che formano l'alfabeto Braille e che non bisogna vagare col dito sulla tastiera dell'Iphone alla ricerca della lettera giusta, per poi inserirla sollevando il dito o toccando due volte lo schermo una volta trovata. E' così, infatti, che i non vedenti - aiutati da un programma che vocalizza le lettere o le icone che si toccano - utilizzano i dispositivi dotati di Touch Screen.

Ma Brailletouch non è un'app solo per non vedenti: permette a una persona vedente di imparare il Braille, perché mostra a schermo quello che si scrive e permette a chi vede di familiarizzarsi con le diverse combinazioni di punti. Così, ad esempio, se si impara l'alfabeto Braille si potrà scrivere un testo senza dover guardare lo schermo, durante una riunione o quando si è per strada. I ricercatori della School for Innovative Computing della George Tech, negli Stati Uniti, hanno infatti pensato anche alle persone che vedono. Questa app può essere un buon punto di partenza per migliorare le tecniche e la velocità di scrittura su dispositivi dotati di touch screen senza dover guardare lo schermo, una cosa che in futuro potrà essere utile a tutti.

Per utilizzare Braille Touch, basterà tenere l'Iphone in posizione orizzontale, con la parte posteriore del telefono rivolta verso di noi e lo schermo quindi non visibile dai nostri occhi, le mani che sono posizionate una sulla parte destra e una sulla parte sinistra del dispositivo, e utilizzando indice, medio e anulare di entrambe formare le combinazioni di punti. Se un vedente vuole vedere cosa sta facendo per impratichirsi con il programma, ogni punto è segnato da un grosso pulsante rotondo sullo schermo.

L'app, che è gratuita per quanto riguarda la sua versione di prova e costa 13,99 euro per la versione completa, con cui è possibile mandare sms, mail, tweet etc., è per ora sviluppata solo per Iphone, ma i suoi inventori stanno già lavorando al corrispettivo per Android. Da quando la Apple ha installato sui suoi prodotti touchscreen e non solo lo screenreader Voiceover, che permette a chi non vede di utilizzare in autonomia smartphone, tablet e computer della Mela, uno dei principali problemi incontrati dai ciechi e ipovedenti è quello di velocizzare la scrittura. A questo proposito, un'altra applicazione molto diffusa si chiama Fleksy, che permette a un non vedente di toccare dove pensa sia una lettera e, attraverso un sistema di interpretazione simile a un T9 ma molto più avanzato, suggerisce le parole che si volevano comporre. Anche Fleksy velocizza di molto la velocità di scrittura su Iphone, ma il suo svantaggio è che bisogna impostare la lingua in cui si vuole scrivere, visto che il programma si appoggia su un dizionario per dare i suggerimenti. Con Brailletouch, invece, ognuno potrà scrivere nella lingua che vuole, almeno se ci limitiamo alle lingue con caratteri latini. E gli sviluppatori promettono che implementeranno presto altre tabelle Braille anche per quelle lingue come russo, cinese o giapponese che utilizzano un diverso set di caratteri.

Ecco un video in inglese per far capire meglio come funziona Brailletouch:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Il sito di Brailletouch è
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Per maggiori informazioni su Fleksy, invece, andare su
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



di Maurizio Molinari

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ausili Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 5.625