Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

HANDIMATICA 2012

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> EVENTI
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Nov 25, 2017 11:09 am    Oggetto: Ads

Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mer Nov 07, 2012 7:33 pm    Oggetto: HANDIMATICA 2012 Rispondi citando

il programma:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mar Nov 13, 2012 11:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Redattore Sociale del 09-11-2012

Bologna, a Handimatica anche il tempo libero diventa accessibile
BOLOGNA. Non solo scuola e lavoro, la tecnologia e gli ausili informatici possono migliorare ogni ambito della vita delle persone disabili, compreso il tempo libero. A Handimatica, mostra-convegno organizzata dalla Fondazione Asphi onlus che si terrà a Bologna dal 22 al 24 novembre, saranno presentati 3 videogiochi destinati anche a un pubblico disabile. Il primo, in distribuzione dal 16 novembre, è “Nicolas Eymerich Inquisitore: La peste”, un’avventura grafica in 3d, ispirata al personaggio protagonista della saga di romanzi di Valerio Evangelisti. Il gioco, sviluppato dall’azienda italiana TiconBlu, è accessibile ai non vedenti, grazie alla modalità audiogame che racconta la storia e le azioni del protagonista, permettendo perfettamente al pubblico dei non vedenti di orientarsi nella trama del videogame. Si passa dal fantasy alle 4 ruote con “GuidaTuPro”: un simulatore di guida nato dalla collaborazione tra TiconBlu, Osservatorio per l’educazione stradale della Regione Emilia-Romagna e Asphi.

Il gioco ha anche scopi educativi: bisogna rispettare il codice stradale per evitare di perdere punti della patente, attraverso la missione “Ecodrive” si può adottare uno stile di guida più “soft” per consumare e inquinare meno e si possono, infine, sperimentare gli effetti devastanti della guida sotto effetto di alcol e stupefacenti. Grazie alle tecnologie messe a punto dall’azienda Handitech, specializzata nella creazione di veicoli speciali, il gioco è accessibile anche a chi è affetto da disabilità motorie: infatti è possibile modificare la traiettoria del veicolo anche attraverso la scansione visiva e vocale, oppure semplicemente muovendo la testa. L’ultimo videogioco “accessibile” che verrà presentato a Handimatica si chiama “Come se”, un serious game in 3D che permette di calarsi nei panni di chi è affetto da dislessia, disgrafia, discalculia. Il gioco, progettato da Fondazione Asphi e TiconBlu con il contributo di Fondazione Ibm Italia, consente di comprendere, attraverso la navigazione in ambienti immersivi, l’importanza dei dispositivi digitali (computer, lavagne digitali, calcolatrici parlanti) per chi soffre di disturbi della parola. (Elena Marchese)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mar Nov 13, 2012 11:24 am    Oggetto: Rispondi citando

Redattore Sociale del 09-11-2012

"Nicolas Eymerich", il primo videogioco anche per non vedenti
BOLOGNA. Il suo titolo è “Eymerich inquisitore: la peste” ed è il primo videogioco accessibile anche ai non vedenti. Il gioco costituisce il primo capitolo della saga ispirata all’omonimo personaggio protagonista dei romanzi del bolognese Valerio Evangelisti, nonché all’inquisitore catalano del XIV secolo, Nicolau Aymerich, realmente esistito. “Nicolas Eymerich Inquisitore: La peste” è un’avventura grafica in 3D divisa in 4 capitoli, ed è stato creato dall’azienda bolognese TiconBlu in collaborazione con Asphi, fondazione onlus che promuove l’integrazione delle persone disabili. “Il gioco – spiega Ivan Venturi, creatore e sviluppatore di Heymerich per TiconBlu – è nato dalla volontà di allargare il più possibile la fetta dei fruitori. L’idea, banale, di doppiare per non vedenti l’intero videogioco, ha permesso di fare del gioco un formidabile strumento di accessibilità”.

La vera rivoluzione compiuta dal videogame è, appunto, quella di essere completamente accessibile a non vedenti e ipovedenti: grazie a 2 possibili comandi, audio e testuale, che possono essere usati congiuntamente o singolarmente, sarà perfettamente possibile districarsi nella trama delle avventure di Eymerich anche al pubblico dei non vedenti. Questo può avvenire grazie a una serie di semplici accorgimenti: innanzitutto il racconto è illustrato dalla voce del protagonista, che descrive le azioni e gli scenari del gioco e permette dunque all’utente non vedente di orientarsi subito nell’avventura grafica; sempre attraverso l’audio, al giocatore è permesso di riconoscere gli oggetti e selezionarli semplicemente usando la tastiera del dispositivo. Un’alternativa all’audiogame è la modalità testuale, in cui è il giocatore stesso che “scrive” le azioni che vuole che il protagonista compia , caratteristica che è anche una citazione delle avventure testuali degli anni ’80 (quelle che venivano prima di Monkey Island).

Per agevolare ulteriormente il pubblico non vedente, nel videogame è stata inserito anche l’escamotage dell’‘aiuto divino’ che, una volta selezionato, consente al gioco di procedere in maniera automatica, permettendo all’ascoltatore di seguire la trama come se fosse un audiolibro. Ma il gioco di Eymerich possiede anche un’altra caratteristica rivoluzionaria: è, infatti, il primo videogioco interamente in latino: i dialoghi sono stati estratti e riadattati con estremo rigore filologico dal testo giuridico del “vero” Eymerich inquisitore: il “Directorium Inquisitorium”. “Per la traduzione dei testi latini – spiega ancora Venturi – ci siamo avvalsi dell’aiuto di Federico Cinti, ricercatore presso la facoltà di letteratura classica e medioevale di Bologna. È stata la presenza di Cinti, non vedente, a darci l’idea di fare del gioco uno strumento accessibile anche ai portatori di handicap; così sostanzialmente l’idea del latino e dell’audiogame sono venute contemporaneamente”.

“Nicolas Eymerich inquisitore: la peste” uscirà in Italia il 16 novembre e sarà presentato al convegno di Handimatica, che si terrà a Bologna dal 22 al 24 novembre, in occasione del quale si avrà la possibilità di rendersi davvero conto dell’innovazione apportata dal gioco nel campo dell’accessibilità per i disabili alle nuove tecnologie. (Elena Marchese)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> EVENTI Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 3.444