Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Che scuola uscirà dalla manovra?
Vai a Precedente  1, 2, 3
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Set 20, 2017 2:57 am    Oggetto: Ads

Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mar Dic 20, 2011 3:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Repubblica del 20-12-2011

Scuole senza insegnanti di sostegno il Tar ordina i risarcimenti alle famiglie
A Palermo e provincia gli alunni con handicap sono 5.200, i docenti a loro dedicati neppure la metà. Negli ultimi due mesi cinquanta sentenze dei giudici amministrativi

PALERMO. Ore di sostegno dimezzate, cattedre vuote e alunni con gravi disabilità privi di adeguata assistenza. Nelle scuole scatta l´allarme per la carenza di insegnanti di sostegno e i tribunali amministrativi della Sicilia sono sommersi da una pioggia di ricorsi proposti dai genitori degli alunni con handicap. Negli ultimi due mesi, il Tar di Palermo ha emesso oltre 50 sentenze a favore di più di 120 bambini, ha intimato all´ufficio scolastico provinciale di integrare le ore di lezione previste dalla legge e di risarcire le famiglie con 500 euro ciascuno.
A Palermo e provincia sono circa 5.200 gli alunni con handicap. Quest´anno il ministero dell´istruzione ha messo a disposizione 2.600 posti di sostegno. A settembre il comitato dei docenti precari aveva inviato una lettera per chiedere l´assegnazione per Palermo e provincia di 650 posti in deroga, ma ne sono stati assegnati solo 150. A ottobre è partita la trafila dei ricorsi da parte dei genitori degli studenti disabili.
Una battaglia di raccomandate e carte bollate, come quella che ha intrapreso Daniela Pizzuto, madre di un bambino autistico che frequenta la scuola media Vittorio Emanuele Orlando a Palermo ed è presidente del comitato "Autismo Parla", di cui fanno parte oltre 700 famiglie: «Mai come quest´anno l´assegnazione degli incarichi è avvenuta così in ritardo. Il risultato è che spesso bambini con gravissimi problemi sono costretti a girovagare per i corridoi della scuola in compagnia dei bidelli oppure a tornare a casa prima della fine dell´orario scolastico. Ci sono bambini autistici a cui a volte vengono destinate solo 9 ore di sostegno a fronte delle 22 previste per legge».
Tutte le sentenze emesse dal Tar di Palermo tra novembre e dicembre hanno dato ragione ai genitori. Secondo il tribunale amministrativo, ai piccoli sarebbe stato negato il diritto costituzionale allo studio e all´assistenza. Per questo i giudici hanno stabilito che le scuole revochino i provvedimenti con cui hanno assegnato un numero di ore insufficienti e hanno condannato l´amministrazione a risarcimenti che in toto ammontano a quasi 100 mila euro, senza contare le spese giudiziarie. «Oggi i tagli colpiscono sempre di più le fasce più deboli - punta il dito Daniela Pizzuto - ma abbiamo strumenti per farci valere. Intraprendere una causa non ha più prezzi esorbitanti come una volta e ci sono studi legali che propongono tariffe alla portata di tutti». «La carenza delle ore di sostegno è cronica - spiega l´avvocato Giuseppe Impiduglia, che assiste oltre 70 genitori - ma oggi le persone sono più organizzate e i ricorsi sono raddoppiati negli ultimi 4 anni. I problemi riguardano soprattutto la scuola primaria ed elementare, ma anche la scuola media è in sofferenza». L´ufficio scolastico provinciale sta cercando di correre ai ripari: in questi giorni, sul sito dell´ente sono state pubblicate le date delle convocazioni dei docenti di sostegno iscritti nella graduatoria.

di Giusi Spica

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
nut
Ospite





MessaggioInviato: Mer Dic 21, 2011 6:52 am    Oggetto: Rispondi citando

Da nord a sud
da est ad ovest
la storia è uguale dappertutto - sostegno insufficiente........e chi può ricorre al Tar. Che scuola è questa?????? Una schifezza per chi non ha i soldi per ricorrere? Certamente!!
Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mer Dic 28, 2011 3:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Italia Oggi del 27-12-2011

Se il sostegno serve per 18ore non va mai negato

Se una scuola chiede all'ufficio scolastico un insegnante di sostegno per 18 ore, motivando la richiesta con la gravità dell'alunno a cui garantire l'integrazione, l'ufficio non può fare altro che provvedere. Il diritto del disabile all'istruzione e all'integrazione scolastica, infatti, è un diritto fondamentale costituzionalmente tutelato. E dunque, va assicurato mediante misure di integrazione e sostegno idonee a garantirne la fruizione, se del caso, anche con l'assegnazione di un docente di sostegno con rapporto 1:1. Così ha deciso il Tar per la Sardegna, con una sentenza depositata il 17 novembre scorso(1102/2011).

Il provvedimento, di cui si è avuta notizia in questi giorni, lancia un duro monito all'amministrazione scolastica, sempre molto parca nel concedere posti di sostegno in deroga, anche in presenza di alunni gravemente handicappati.

Resta il fatto, però, che il problema è a monte. Se di anno in anno le esigenze di bilancio hanno indotto il legislatore ridurre drasticamente i posti di sostegno in organico di diritto, è evidente che gli uffici periferici non possano che adeguarsi. Tanto più che la disposizione di posti in deroga, sebbene giustificata dalle richieste delle scuole, comporta rischi di responsabilità per danno erariale in capo ai dirigenti periferici, sui quali grava la spada di Damocle del giudizio davanti alla Corte dei conti. Di qui il braccio di ferro con i genitori degli alunni, che non di rado si traduce in giudizi dall'esito scontato, che implicano anche aggravi di costi a carico dell'amministrazione scolastica. La riforma dei codice di procedura, infatti, ha determinato una stretta sul regolamento delle spese di lite, che adesso seguono rigidamente la soccombenza.

E dunque, nel caso esaminato dal Tar Sardegna, oltre ad una parcella piuttosto salata ( 2500 euro + Iva e contributi previdenziali per l'avvocato) e la condanna dell'amministrazione ad assegnare il docente di sostegno per tutte le 18 ore settimanali necessario, l'amministrazione è stata anche condannata a versare alla famiglia dell'alunno disabile 1000 euro per ogni mese di mancata assegnazione del docente per il giusto orario.

di Carlo Forte

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 1.251