Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

il disagio dell'insegnante di sostegno

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Nov 23, 2017 8:37 pm    Oggetto: Ads

Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Lun Nov 07, 2011 10:24 am    Oggetto: il disagio dell'insegnante di sostegno Rispondi citando

Messaggero Veneto del 06-11-2011

Il disagio in classe dell’insegnante di sostegno
Vi scrivo perché vorrei sensibilizzare i lettori sulla condizione degli insegnanti di sostegno nella scuola italiana. Spesso rifiutati psicologicamente dagli allievi ad essi assegnati, possono essere maltrattati dai colleghi curricolari, che hanno facoltà di non aiutarli nel loro difficile compito; sono poco stimati dagli alunni della classe e dai genitori degli alunni certificati, che svalutano il loro lavoro. Se si tratta di semplificare e riassumere un testo, possono perdersi informazioni importanti per la verifica. Servirebbe quindi che il collega curricolare indicasse con precisione quanto da lui richiesto in sede di verifica o interrogazione, ma egli non è disposto a concedere al docente di sostegno che pochi secondi all’inizio o alla fine della sua ora. Il docente di sostegno non dà un voto, nè ai suoi allievi nè agli allievi della classe: per questo egli non ha “potere”, non viene temuto e per questo non viene rispettato (La possibilità di voto agli scrutini su ogni componente della classe, per la loro promozione o bocciatura, è da essa non tenuta in considerazione). Egli è insomma, senza valutazione, un insegnante dimezzato, considerato come un assistente o aiuto del docente curricolare, come un educatore, a volte come un collaboratore scolastico (va a fare le fotocopie, assiste gli studenti che non stanno bene in salute). La sua opinione su un tema affrontato in classe non è mai richiesta, e se interviene viene percepito con fastidio dal docente curricolare e addirittura con meraviglia dalla classe, che non lo interpreta come un insegnante a tutti gli effetti, portatore di sapere. Può capitare che sia soggetto per questo anche a molestie (comportamenti vessatori) da allievi e colleghi, e da questo può essere “ricattato” nella valutazione dei suoi allievi, che spetta solo all’insegnante della disciplina. Il docente di sostegno deve quasi sempre insagnare materie non “sue”. Se ad esempio è laureato in economia e quindi appartiene alla classe di concorso tecnico - professionale, a seconda dell’istituto a cui è destinato dovrà apprendere e insegnare il tornio, discipline meccaniche ed elettroniche (proprie degli ingegneri), disegno tecnico (proprio degli architetti) e addirittura moda, cucito e tessitura. Capita così che in aula e in laboratorio egli debba passare due ore solo osservando, creando disistima nell’allievo. Se questo ultimo non passa le verifiche ed è a rischio bocciatura, il docente di sostegno può sviluppare, specie se vessati, stati di ansia, stress e depressione.

Giulio Portolan (Pordenone)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
nut
Ospite





MessaggioInviato: Lun Nov 07, 2011 8:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Quando ho un attimo di sosta...intervengo su questo argomento.
Top
nut
Ospite





MessaggioInviato: Mar Nov 08, 2011 3:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma....... in questo articolo hanno scambiato l'insegnante di sostegno per altre figure ...meno ...come potrei dire...importanti.
Intanto non mi pare da quello che ho visto in tutti questi anni che sia un insegnante considerato meno dagli altri. Anzi...ho visti tante volte che è la persona al quale si rivolge tutta la classe.
Quello di andare a fare le fotocopie invece l'ho visto personalmente un anno scolastico (e non sto ad indicare quale) ogni volta che andavo a scuola e questa persona molto furbamente non era mai in classe ma sempre a fare le fotocopie......Finiva l'ora e non era ancora tornata a fare le fotocopie ed i bidelli che si guardavano con aria interrogativa, pensavo logicamente che chissà quante volte succedeva questa storia.....
Questo articolo non mi piace niente, non ho mai visto insegnanti di sostegno vittime dei colleghi.
Ma per cortesia.........tanti furbi sì anzi, tante furbe ho visto, in giro per i giardini della scuola a far vedere i nidi degli uccellini ai ragazzini anzichè stare in classe a fare integrazione con gli altri ragazzi, oppure sforzarsi di semplificare un programma in modo da farlo capire allo studente. Ops...tanto è molto più facile far fare un programma differenziato e non sprecarsi neanche a fare niente. Oppure attaccare fotocopie in tutto il quaderno, pensando che noi genitori siamo fessi e non ci accorgiamo che magari il corso dell'acqua l'ha attaccato almento 5 o 6 volte e le pagine erano sempre le stesse. Magari pensando che il genitore si ferma a guardare la quantità del volume e non effettivamente cosa è stata messo nel quadernone. Che gente furba che ho conosciuto!!!!!!

Certo ci sono anche i bravi......Che dire poi di insegnanti fissi a messaggiare con il cell. e non trovare mai niente di scritto nel quaderno dell'alunno. Che dire?? Poi chiedevi spiegazioni e ti veniva detto: ma io non devo scrivere niente nel quaderno, io spiego.
Quando spieghi? Quando stai messaggiando al cell. oppure quando scopri che stai coprendo educazione fisica e religione e vai a lamentarti e dopo la strigliata del DS .....l'indomani se ne va in malattia per 20 gg.
Quando spieghi???? Queste persone non dovrebbero neanche avvicinarsi ai nostri figli.........dovrebbero fare altri lavori!
Comunque ho conosciuto anche brave insegnanti........quelle brave, le ho nel cuore....le altre ne parlerò sempre malissimo!!
Top
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Mer Nov 09, 2011 12:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

mah...questo articolo mi lascia un pò perplessa. Nel percorso scolastico di mio figlio ho conosciuto due tipi di insegnanti di sostegno: quelli con tutti gli attributi, preparati, disponibili, riconosciuti sia dagli insegnanti curriculari che dagli allievi e quelli, come dice Nut, che fan di tutto e di più (compreso il far la vittima incompresa) pur di non svolgere il ruolo di insegnante di sostegno.
Poi ci sono casi in cui effettivamente non c'è compatibilità fra insegnante di sostegno e insegnanti curriculari, e quindi il lavoro dell'insegnante di sostegno diventa molto difficile e faticoso; non credo comunque che tutti gli insegnanti di sostegno in Italia si riconoscano in questo articolo.

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
gianfry
utentejr


Registrato: 22/02/10 09:24
Messaggi: 120
Residenza: (NA)

MessaggioInviato: Mar Nov 22, 2011 12:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Forse se l'insegnante di sostegno "vittima" (sic!) di scarsa considerazione o addirittura di abusi (ma per piacere!!!) iniziasse a lottare per i "suoi" ragazzi disabili (che di considerazione ne ricevono sicuramente meno di lui, nella vita, nella scuola e nella società!), quella dignità che nessuno sembra riconoscergli ... la conquisterebbe sul campo.
Forse ne guadagnerebbero i ragazzi disabili a lui "affidati". SICURAMENTE ne guadagnerebbe lui, la sua figura di docente e la sua persona ! Twisted Evil

_________________
da Gianfry ... "Ciao, amici !" (è il saluto del mio Simone)
Top
Profilo Invia messaggio privato
gianfry
utentejr


Registrato: 22/02/10 09:24
Messaggi: 120
Residenza: (NA)

MessaggioInviato: Mar Nov 22, 2011 1:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

.... ah, dimenticavo!!

recentemente è stato pubblicato un rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ...
si attesta che è scientificamente provato che coinvolgersi con i più deboli, aiutare un piccolo nella grande avventura della sua crescita, "stancarsi" ... (con misurata prudenza eh! non esageriamo) e SPENDERSI per questi ragazzi,

SIA UN OTTIMO RIMEDIO PER LE CRISI D'ANSIA E LA DEPRESSIONE, E UN MERAVIGLIOSO ANTISTRESS!!
Inoltre crea un ottimo effetto collaterale: riaggancia la propria visione deformata alla realtà: c'è chi è debole e chi è forte !! E, dopo questa terapia, non ci sono più equivoci su chi lo sia!!

Ma che ci tocca sentire !! Don Milani aiutaci tu !! Rolling Eyes

_________________
da Gianfry ... "Ciao, amici !" (è il saluto del mio Simone)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 0.125