Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

L'isola che c'è

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> SPORT POSSIBILE
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Nov 25, 2017 5:44 am    Oggetto: Ads

Top
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Ven Nov 19, 2010 9:47 am    Oggetto: L'isola che c'è Rispondi citando

Da redattore sociale


Sport, tempo libero e cultura: online la banca per i disabili

A Bologna nasce “L’Isola che c’è” (isolachece.eu), portale degli eventi e delle opportunità per favorire la partecipazione sociale dei disabili. È accessibile a persone con deficit motori e visivi
BOLOGNA – Una banca dati online per mettere a disposizione degli utenti con disabilità fisica, mentale o sensoriale tutte le informazioni relative ad attività ricreative, sportive e culturali, fornendo anche le informazioni relative alle associazione che le svolgono. Il progetto “L’isola che c’è” è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Associazione italiana cultura sport (Aics) e la Provincia di Bologna con lo scopo di coordinare e semplificare le possibilità di avvicinamento dei disabili alla realtà dell’inclusione sociale. In rete sono già disponibili molte risorse circa la disabilità (Handybo, Banca dati dell’associazionismo, Bandiera gialla, Lo sport per tutti…) ma le informazioni che vengono fornite sono spesso frammentarie e non esistono percorsi semplici e univoci per reperirle. Da qui è nata la necessità di creare una banca dati unica, che consenta di ricercare sempre nuove informazioni sfruttando quanto più possibile quelle già esistenti.

Gli obiettivi del progetto sono dare visibilità alle associazioni che operano nel campo della disabilità, creare un’opportunità di relazione tra le associazioni, favorire la partecipazione di famiglie e ragazzi diversamente abili. “L’isola che c’è” intende inoltre raggiungere un obiettivo trasversale di più ampio raggio sociale/educativo: sensibilizzare il mondo dell’associazionismo ad un’apertura in termini di inclusione sociale delle persone con disabilità, salvaguardando e assicurando il loro diritto al tempo libero. Proprio per rendere concreto questo progetto è stato realizzato
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

un sito che permetterà agli utenti di trovare le informazioni che cercano.

Tra le caratteristiche del sito una delle principali è l’impostazione grafica. Il sito rispetta gli standard di accessibilità, adottando degli accorgimenti tecnici che permettono la fruizione dei contenuti anche da coloro che non possono utilizzare i dispositivi solitamente usati: il monitor, la tastiera e il mouse. Un esempio tra tutti la possibilità di utilizzo dello screen reader (strumento che legge tutto ciò che è scritto all’interno di una pagina web) in modo tale che un non vedente possa utilizzare un lettore audio per ascoltare il testo proposto. Ma non è tutto, nel sito non ci sono immagini in movimento o scritte lampeggianti perché potrebbero innescare crisi epilettiche, inoltre è prevista una tastiera semplificata: in modo tale che una persona con deficit motorio possa navigare nel portale utilizzando solo alcuni tasti, evitando quindi l’uso del mouse. Infine premendo il tasto tab si muove il focus (il punto dove si trova il cursore) e le frecce permettono di far scorrere le scelte nel motore di ricerca.

Ulteriore prova che l’iniziativa avrà un seguito nel tempo è l’esistenza di un comitato di monitoraggio (di cui anche Aics fa parte) per verificare ciclicamente l’andamento e la funzionalità del progetto. Il valore sociale ed educativo del progetto “L’isola che c’è” è riconosciuto anche nel “Piano provinciale di interventi a favore dell’ associazionismo per l’anno 2010” “dove viene considerato importante proseguire l’attività di supporto al progetto privilegiando l’azione di informazione e promozione del sito web e della banca dati tra le associazioni del territorio e la cittadinanza”. Aics sostiene anche un progetto di superamento delle barriere della diversità attraverso il calcio balilla sostenuto dal Comitato Aics di Imola e dal Comitato italiano paralimpico (Cip) in collaborazione con la Federazione italiana calcio balilla (Ficb). Il progetto è stato presentato martedì 19 giugno 2010 presso la struttura di riabilitazione Montecatone rehabilitation institute spa, l’incontro è stato un occasione stimolante per pazienti e atleti coinvolti, sia per quel che riguarda la condivisione dell’ esperienza sportiva, sia per la rivalutazione di una disciplina poco nota nel mondo agonistico. (vincenzo bottiglioni)

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> SPORT POSSIBILE Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 1.159