Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

iscrizioni scolastiche anno 2013-14

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ago 21, 2017 7:02 am    Oggetto: Ads

Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mar Gen 08, 2013 6:15 pm    Oggetto: iscrizioni scolastiche anno 2013-14 Rispondi citando

poichè con quest'anno la modalità è solo on-line (tranne che per la scuola dell'infanzia) mi sembra utile dare il link a questo vademecum:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
SMILZA75
neoutente


Registrato: 27/11/11 17:26
Messaggi: 51

MessaggioInviato: Gio Gen 10, 2013 3:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Interessante leggere che finalmente il profilo dinamico funzionale diventa documento necessario per l'inserimento dell'alunno nella scuola. Si può quindi affermare che le scuole non possono trovare più scuse per non presentare questa documentazione?
Il problema secondo il mio punto di vista è che manca un collegamento tra scuole e enti sanitari, associazioni. Troppo spesso si sente che il numero degli alunni è tale che non si riesce a organizzare gli incontri per tutti. Cosa fare allora? Si potrebbe scrivere anche ai responsabili delle Asl, che rinforzino le figure che devono attestare e certificare, seguire i nostri ragazzi e informareil MIUR o l'USP dell'importanza del rispetto delle leggi in vigore a favore dei nostri ragazzi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Ven Gen 11, 2013 11:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

5. All'individuazione dell'alunno come persona handicappata ed all'acquisizione della documentazione risultante dalla diagnosi funzionale, fa seguito un profilo dinamico-funzionale ai fini della formulazione di un piano educativo individualizzato, alla cui definizione provvedono congiuntamente, con la collaborazione dei genitori della persona handicappata, gli operatori delle unità sanitarie locali e, per ciascun grado di scuola, personale insegnante specializzato della scuola, con la partecipazione dell'insegnante operatore psico-pedagogico individuato secondo criteri stabiliti dal Ministro della pubblica istruzione. Il profilo indica le caratteristiche fisiche, psichiche e sociali ed affettive dell'alunno e pone in rilievo sia le difficoltà di apprendimento conseguenti alla situazione di handicap e le possibilità di recupero, sia le capacità possedute che devono essere sostenute, sollecitate e progressivamente rafforzate e sviluppate nel rispetto delle scelte culturali della persona handicappata.

6. Alla elaborazione del profilo dinamico-funzionale iniziale seguono, con il concorso degli operatori delle unità sanitarie locali, della scuola e delle famiglie, verifiche per controllare gli effetti dei diversi interventi e l'influenza esercitata dall'ambiente scolastico.



questi sono i commi 5 e 6 art. 12 della 104, che risale al 1992..... sono vent'anni, tra poco ventuno, che nessuno dovrebbe avere scuse Wink

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2013 2:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

articolo chiarissimo che aiuta i genitori a dibattersi in questa gora dell'eterno penare che sono le iscrizioni.....
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2013 2:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

circolare ministeriale sull'adozione dei libri di testo per il prx anno scolastico, occhio a chi ha bisogno di testi in braille/ingranditi, si deve muovere ora a sollecitare presso la scuola
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Kodia il Gio Feb 07, 2013 9:05 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Gio Gen 31, 2013 5:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Redattore Sociale del 31-01-2013

Con la carica dei 30 mila "più classi pollaio" e "meno assistenza ai disabili" Il Miur comunica ai sindacati i dati delle preiscrizioni per il 2013/14: ci saranno 30 mila alunni in più. L'Anief lancia l'allarme: "Numero dei docenti bloccato, avremo classi sovraffollate e didattica non garantita". Alle famiglie: "Andate in tribunale"

ROMA. Il prossimo anno ci saranno 30 mila alunni in più nelle scuole italiane, ma il numero dei docenti rimarrà bloccato: la conseguenza sarà sempre l’aumento delle classi “pollaio”, meno assistenza agli studenti con disabilità e didattica non garantita. A dirlo è l’Anief, l’associazione sindacale specializzata su scuola e istruzione, sulla base dei dati forniti ai sindacati dallo stesso Ministero dell’Istruzione sulla base delle previsioni delle iscrizioni per l’anno scolastico 2013/14. Una situazione contro la quale – ricorda Anief alle famiglie – “c’è sempre la possibilità di rivolgersi al tribunale”.

“Sono dati davvero sconfortanti – si legge in una nota - quelli che il Ministero dell’Istruzione ha fornito ai sindacati in vista del prossimo anno scolastico: gli alunni della scuola italiana previsti sono oltre 6 milioni e 858mila. Rispetto all’anno in corso aumenteranno di quasi 30mila unità, soprattutto alla primaria (con leggero calo alle medie), ma per effetto del blocco normativo approvato con la legge 111/2011 la quantità di docenti rimarrà bloccata. L’organico sarà lo stesso di quest’anno: 600.839 posti di docente comuni e 63.348 di sostegno. Ciò comporterà un ulteriore innalzamento del numero di alunni per classe. E diventerà soprattutto sempre maggiore la distanza tra il numero di alunni disabili e i docenti di sostegno di ruolo”.

“L’Anief – continua - ritiene inaccettabile tutto questo perché tali decisioni della macchina amministrativa e politica si ripercuoteranno negativamente sulla didattica, sugli alunni e sulle famiglie: ad essere penalizzati nelle classi “pollaio” saranno, in particolare, gli studenti con maggiori difficoltà di apprendimento e con disabilità. Per non parlare dei docenti, nei confronti dei quali solo a parole si continua a indicare la necessità di fornire “grande rispetto sociale a chi dedica la sua vita alla scuola come insegnante”, come ha fatto nelle ultime ore il presidente del Consiglio uscente Mario Monti”.

“In molti casi la didattica non potrà essere garantita – sostiene Marcello Pacifico, presidente Anief – , in particolare laddove le ore di sostegno che lo Stato concederà agli alunni portatori di handicap o con problemi di apprendimento saranno molte di meno rispetto a quelle che la legge prevede. Questo avviene anche e soprattutto perché ad oggi è stato stabilizzato solo il 65% dell’organico di docenti di sostegno. Almeno 35mila insegnanti specializzati attendono di essere assunti, malgrado i posti di lavoro siano vacanti e disponibili. E con un docente precario ogni tre, quello che si produce è un risultato di forti disagi per i ragazzi e per le loro famiglie”.

“Non occorre essere esperti di formazione scolastica – continua Pacifico – per capire che in questa situazione non si riesce a sviluppare un valido progetto didattico. Così a fare da garante per famiglie e studenti continuano ad essere i giudici: sempre più sentenze stabiliscono che quei posti in deroga vanno assegnati per intero su un solo alunno. E non su due o tre ragazzi. Con il risultato che ad ognuno di loro viene garantita solo una manciata di ore di sostegno”.

Il sindacato reputa grave che ciò avvenga anche dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale, con la sentenza n. 80 del 26 febbraio 2010, a proposito della illegittimità costituzionale dell'art. 2, comma 413, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, nella parte in cui fissa un limite massimo al numero dei posti degli insegnanti di sostegno. “L’abolizione dei limiti imposti dal legislatore nell’attribuzione dei posti in deroga – prosegue il presidente dell’Anief – rappresenta una bocciatura a tutti i tentativi, come questo, di negare per meri motivi di finanza pubblica il diritto allo studio a tutti gli alunni portatori di disabilità, grave o lieve che sia. Ed altrettanto grave è trasformare in docenti di sostegno figure non idonee”.

Qualora l’annuncio sul tetto dei docenti, fatto in questi giorni, dovesse avere seguito, l’Anief conferma il supporto legale a tutte le famiglie che intendono rivolgersi ai tribunali. Ad iniziare proprio da quelle con figli portatori di handicap. “Possono decidere di presentare ricorso – conclude Pacifico - anche nel corso dell’anno scolastico e nessun giudice potrà negare ai loro figli le ore di sostegno di cui hanno bisogno durante la permanenza a scuola e personale adeguatamente qualificato. L’Anief su questi punti ha un impegno morale da condurre: ha già promosso diversi ricorsi e continuerà a farlo”.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
nut
Ospite





MessaggioInviato: Sab Feb 02, 2013 6:55 am    Oggetto: Rispondi citando

ummmmmmmmmmm
Top
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Gio Feb 07, 2013 5:17 pm    Oggetto: CONTRIBUTO VOLONTARIO Rispondi citando

posto qui questo argomento, perchè cmq riguarda la procedura che attende noi genitori sempre, all'inizio di ogni anno, a maggior ragione per chi iscrive per la prima volta il proprio figlio/a alla primaria - e lo dico una volta di più, genitore informato alunno tutelato e ringrazio AGE Toscana che è l'autrice dell'articolo:

Sono anni che informiamo i genitori sui contributi VOLONTARI, nonostante questo, ancora oggi, alcune scuole ILLECITAMENTE chiedono ai genitori somme non dovute.
Solo le tasse scolastiche erariali (tassa di iscrizione, tassa di frequenza, tassa di esame, tassa di diploma) sono obbligatorie.
"Non è consentito richiedere alle famiglie contributi obbligatori di qualsiasi genere, fatti salvi i rimborsi delle spese sostenute per conto delle famiglie medesime (quali ad es: assicurazione individuale degli studenti per RC e infortuni, libretto delle assenze, gite scolastiche, etc.) .
Eventuali contributi per l'arricchimento dell'offerta culturale e formativa degli alunni possono dunque essere versati dalle famiglie solo ed ESCLUSIVAMENTE su base VOLONTARIA." (Fonte:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


e ancora:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


più nel dettaglio:
" Occorre fare chiarezza: sono obbligatori soltanto 1) il premio per l’assicurazione e 2) le tasse e i contributi richiesti per la frequenza delle classi 4a e 5a superiore, in virtù dell’attuale normativa sull’obbligo scolastico. Per il resto i Consigli di circolo e di istituto possono dare solo indicazioni e ciascuna famiglia è libera di pagare di più (succede) e anche di meno.

È bene precisare che per le ultime due classi delle superiori le tasse scolastiche sono a beneficio dello Stato (€ 6,04 per la tassa di iscrizione, € 15,13 per le tasse di frequenza e di ritiro diplomi), mentre l’entità dei contributi è fissata dai singoli Consigli di istituto e può variare di molto da una scuola all’altra e soprattutto da un comune all’altro.

I genitori che desiderano incidere sugli importi consigliati o fissati dalla scuola devono rivolgersi ai genitori eletti in Consiglio e in particolare al Presidente. vedi anche

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Sab Feb 09, 2013 10:32 am    Oggetto: Rispondi citando

sempre tramite AGE Toscana:

AGe Toscana
ISCRIZIONI: disattivata la casella di posta elettronicaMiur - Troppe le mail non pertinenti
Con un avviso dell'8 febbraio il Miur ha comunicato che la casella di posta elettronica inizialmente attivata per le richieste di informazioni sulle iscrizioni in-line è stata chiusa per l'uso improprio che ne è stato fatto.
Per venire incontro alle richieste di chiarimento dell'utenza è stato al suo posto ATTIVATO UN CALL CENTER che risponde dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 16:00, dal lunedì al venerdì.
Tra le mail non pertinenti giunte al Miur ce ne sono anche molte altre correttamente poste alle quali però il Ministero non è riuscito a dare risposta perchè non è stato possibile individuarle tra le tante di altro genere. Invitiamo pertanto coloro che non avessero ottenuto i chiarimenti richiesti di telefonare al numero verde.
Fonte: Tecnicadelllascuola.it
Numero da chiamare 06 58494025

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 0.148