Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

sostegno/ricorsi al TAR
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Dic 11, 2017 4:54 pm    Oggetto: Ads

Top
beba
utentejr


Registrato: 26/10/09 11:04
Messaggi: 146

MessaggioInviato: Dom Apr 14, 2013 3:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Continuità delsostegno
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Lun Apr 15, 2013 7:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grandissima Beba! Grazie perchè quest'argomento è molto importante e sempre fonte di un grossissimo disagio per gli alunni.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
beba
utentejr


Registrato: 26/10/09 11:04
Messaggi: 146

MessaggioInviato: Mar Apr 16, 2013 9:09 am    Oggetto: Rispondi citando

Sempre felice di essere utile ... Con tutte le volte che ti scoccio , misembra il minimo Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
gianfry
utentejr


Registrato: 22/02/10 09:24
Messaggi: 120
Residenza: (NA)

MessaggioInviato: Mar Apr 16, 2013 10:08 am    Oggetto: Rispondi citando

beba ha scritto:
Continuità delsostegno
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Davvero utilissima scheda ... molto materiale per ulteriori battaglie!!! Twisted Evil

_________________
da Gianfry ... "Ciao, amici !" (è il saluto del mio Simone)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Ven Apr 26, 2013 7:17 am    Oggetto: Rispondi citando

dal Friuli:

Messaggero Veneto del 25-04-2013

Sostegno a bimbi disabili, il Tar: le ore non possono essere tagliate
GORIZIA. Il Tar obbliga l’Ufficio scolastico regionale (Usr) a raddoppiare le ore di sostegno per un alunno disabile. Un’ordinanza con esecutività immediata per riportare l’affiancamento settimanale a 25 ore rispetto alle 12,5 concesse dalla scuola a causa della carenza di personale. «Il diritto all’istruzione e all’inclusione sociale vengono prima dei problemi economici dell’amministrazione pubblica», scrivono i magistrati nell’ordinanza in attesa dell’udienza fissata al 18 dicembre. Una data da cerchiare sul calendario perché segnerà un punto di svolta per tutti i ragazzi disabili, un precedente che l’Usr dovrà tenere presente nella definizione degli organici. «L’educazione, l’istruzione e l’integrazione scolastica rivestono un ruolo di primo piano nel processo di riabilitazione dei soggetti disabili che punta al completo inserimento nella società e l’assistenza didattica è un diritto fondamentale – scrivono i magistrati Umberto Zuballi, Oria Settesoldi e Manuela Sinigoi –. Un diritto che non può subire alcuna compressione a causa della riduzione dei posti degli insegnanti di sostegno assegnati a ciascuna scuola». Tutt’altro. «L’obiettivo primario è la massima tutela possibile del diritto del disabile grave all’assistenza didattica e all’integrazione nel gruppo». Perché nel caso del ragazzino affetto dalla sindrome di down arrivato al Tar, le ore di sostegno sono state dimezzate: dalle 25 nella scuola dell’infanzia sono passate a 12,5 alle primaria. Un monte ore «palesemente insufficiente a garantire la tutela minima del diritto – prosegue l’ordinanza – che anzi condiziona in modo pregiudizievole il raggiungimento del minore degli obiettivi di apprendimento, anche in considerazione della particolare disabilità da cui è affetto il bambino che impone di pianificare interventi precoci in grado di promuovere lo sviluppo della memoria e della capacità linguistico comunicativa nei diversi contesti relazionandosi con i pari». Ecco perché il Tar intima al dirigente di ripristinare immediatamente un monte ore consono alle necessità del piccolo alunno. «La famiglia che ha deciso di rivolgersi al Tar è stata coraggiosa – osserva Natalino Giacomini, segretario regionale dell’Flc Cgil –, ma di casi simili in città ce ne sono moltissimi. Fra l’altro la dotazione non è contingentata perciò l’Usr potrebbe facilmente porre rimedio a una problematica molto sentita e fondamentale per lo sviluppo e la crescita ottimali degli studenti disabili». Ed è proprio dal presupposto della libera determinazione degli organici per il sostegno che scatta l’appello di Giacomini: «Le famiglie e i genitori che si trovano in condizioni simili a quelle sottoposte al giudizio del Tar, si rivolgano alle organizzazioni sindacali o alle associazioni dei disabili per fare valere i loro diritti. L’inclusione sociale e l’istruzione non possono diventare un problema delle famiglie, è un fenomeno da affrontare e risolvere perché il Ministero ha previsto degli strumenti efficaci».

di Michela Zanutto

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Lun Giu 17, 2013 6:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

contenzioso con 84 ricorrenti, cioè 42 famiglie!

da La Gazzetta del Mezzogiorno.it:

«Le ore di sostegno
non vanno ridotte»
Tar dà ragione a famiglie
Il Tar di Bari ha accolto il ricorso presentato da 84 genitori (ovvero 42 coppie, una delle quali costituita da affidatari, residenti a Manfredonia e in altri comuni della Capitanata), tutti esercenti la potestà di minori, contro il Miur - ufficio scolastico regionale, per l’annullamento delle disposizioni relative all’assegnazione ridotta delle ore di sostegno, nonché per l’annullamento di atti ostativi del “legittimo computo delle ore di sostegno rispettivamente assegnate agli istituti scolastici. Le richieste erano accompagnate dalle diagnosi di diversi gradi di disabilità atte al riconoscimento del sostegno.

IL RICORSO - I ricorrenti, rappresentati e difesi dagli avvocati Tommaso De Grandis e Gianfranco Marzocco, hanno dichiarato che l’amministrazione scolastica (ed in particolare i dirigenti degli istituti presso cui sono iscritti i minori), con gli atti di assegnazione degli insegnanti di sostegno, avrebbe indebitamente operato un’asse gnazione inadeguata dell’imprescindibile ausilio didattico richiesto dalle patologie riscontrate e dalle diagnosi funzionali” che davano compiutamente conto delle ore necessarie per ogni alunno, “ben superiori a quelle - hanno sostenuto - assegnate: in misura notevolmente ridotta, anche sino alla metà.

IL TAR REGIONALE - Il tribunale amministrativo regionale ha ritenuto “fondato” il ricorso riconoscendo “l’affermazione del diritto al sostegno e all’assistenza scolastica del disabile come diritto fondamentale della persona costituisce affermazione generale e di principio, che necessita di ricevere un concreto contenuto in relazione alla specifica fattispecie”. Nel contempo ha chiarito che “il contenuto della prestazione di sostegno o assistenziale non deve essere determinato e specificato né dai genitori esercenti la potestà sul disabile, nè tanto meno dall’amministrazione scolastica, bensì esclusivamente ed unicamente dalla Asl, organo tecnico competente e in grado, quindi, di attribuire al diritto il concreto contenuto rapportato alle esigenze del disabile”. L'amministrazione, dunque, “non dispone in proposito di discrezionalità alcuna, essendo tenuta ad erogare esattamente al minore il livello di intervento terapeutico e assistenziale indicato dalla Azienda sanitaria locale, configurandosi come secondario e recessivo ogni altro interesse antagonista, ivi compresa l’esigenza di contenimento di spesa o di non disponibilità finanziaria”.

ANNULLATI GLI ATTI - L'annullamento degli atti impugnati comporta il travolgimento di tutti gli atti adottati dai Dirigenti d’istituto, ivi compresi i piani educativi individuali (PEI) nella parte in cui prevedono un numero di ore inferiore a quello ritenuto necessario dalle diagnosi funzionali. [a.m.v.]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 2.354