Indice del forum genitoritosti
il forum dei genitori di figli con disabilità
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

La scuola di mio figlio...
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Nov 23, 2017 8:39 pm    Oggetto: Ads

Top
didi63
neoutente


Registrato: 02/02/12 20:41
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Mer Feb 29, 2012 7:55 pm    Oggetto: La scuola di mio figlio... Rispondi citando

Cari amici,
avevo inserito questo post di seguito alla mia presentazione ma ora lo trasferisco qui che mi sembra più adatto...

Premetto che io sono una insegnante e vivo le carenze della scuola da addetta ai lavori e da genitore, ma andiamo con ordine:
mio figlio Federico frequenta il secondo anno dell'istituto tecnico e solo dall'anno scorso (primo superiore) ha il sostegno.
Alle scuole elementari e alle medie ha sempre seguito i programmi ministeriali per obiettivi minimi con gli insegnanti di classe, in quanto l'esperta psicologa dell'istituto ha sempre dato parere sfavorevole al ricorso al sostegno. In questo modo mio figlio, pur avendo un lieve deficit cognitivo, era spinto a "normalizzarsi" nel confronto con ragazzi "normodotati" e i risultati erano soddisfacenti.

Tutto è cambiato alle superiori: dopo i primi due mesi di scuola noi genitori siamo stati convocati e "consigliati" di chiedere il sostegno perché mio figlio non riusciva a seguire i programmi… altrimenti sarebbero stati costretti a bocciarlo. Detto fatto: abbiamo chiesto il sostegno e subito lo abbiamo ottenuto (la pratica curata dalla stessa scuola, guarda caso quella con il più alto numero di insegnanti di sostegno della provincia).
Insomma, siamo arrivati alla fine dello scorso anno scolastico e di incontri con il team GLH neanche l’ombra, a parte un breve colloquio di presentazione con l’insegnante di sostegno durante la sua ora buca, tra l’altro su appuntamento fissato da mio figlio…
Intanto Federico ha terminato l’anno scolastico tra soste nel corridoio davanti al distributore automatico di merendine e passeggiate con i bidelli (veniva spesso cacciato dall’aula in quanto elemento di disturbo).

Anno scolastico nuovo, vita nuova: chiesto il nulla osta abbiamo trasferito Federico ad altro istituto tecnico.
I primi giorni sono stati entusiasmanti: ambiente accogliente, il ragazzo andava con piacere a scuola, insegnante di sostegno (9 ore) premurosa ed “autoreferenziata”, compagni di classe affettuosi ma… nel giro di poco tempo tutto è svanito: a tutt’oggi nessuna riunione col GLH, incontri con l’insegnante di sostegno solo su nostra richiesta, redazione PEI con i soli obiettivi e senza contenuti (generico taglia-incolla preso chissà dove), compagni di classe che trattano Federico come zimbello e lo usano per disturbare le lezioni, lui che viene puntualmente messo fuori dalla classe perché disturba… Mi viene da ridere a pensare che l’altro giorno l’ins. di sostegno era assente e l’ins. d’italiano lo ha come al solito messo fuori dalla classe per fare il compito “in classe”d’italiano: mio figlio ha svolto il tema con l’aiuto del bidello ed ha avuto 6 e ½!!!!!
Neanche a dirlo ogni mattina bisogna combattere per convincere mio figlio ad andare a scuola...

Voi cosa fareste?
Attendo commenti nonché suggerimenti.
Grazie a tutti e scusate se sono stata lunga!

_________________
Diana
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Mer Feb 29, 2012 11:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

come ha giustamente notato Gianfry, nell'altro post, cosa è successo, ad un certo punto per cui da una situazione che (messa in relazione al precedente anno sembra idilliaca ma in realtà dovrebbe essere la NORMALITA') è diventata 'na fetecchia?
Non hai fatto un GLHO all'inizio dell'anno?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
didi63
neoutente


Registrato: 02/02/12 20:41
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 5:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

No, non ho mai fatto nessun incontro con il GLHO: solo, come dicevo, incontri, su mia richiesta, con l'insegnante di sostegno e incontri saltuari con gli altri docenti (ma neanche con tutti).
Il problema, a mio parere, è il totale disinteresse dei docenti al processo educativo: il disabile viene visto come un "incidente di percorso"... fintanto che sta in classe senza dare fastidio, compila le vergognose schede da prima elementare (purtroppo ho visto girare anche quelle) va tutto bene.
Quando invece il disabile ha delle potenzialità su cui lavorare, il discorso cambia: è evidente che per ottenere collaborazione attiva occorre motivarlo, ma lui non lo è più… anzi, rifiuta di stare al gioco, non accetta di essere considerato “diverso” e dunque ha tirato letteralmente i remi in barca… adagiandosi.
L’insegnante di sostegno, piuttosto che cercare di recuperarlo, mi sembra che abbia preso atto della situazione ridimensionando i propositi di integrazione e formazione. Insomma: è il cane che si morde la coda.

Cosa possiamo pretendere? Come pretendere che il ragazzo stia in classe, e soprattutto come far sì che tutti gli insegnanti delle varie discipline siano corresponsabilizzati rispetto all’insegnamento?
Mi sembra che, al contrario, da quando c’è il sostegno abbiano demandato tutto all’insegnante di sostegno, evitando di affrontare il problema didattico e sociale… ed anzi: marginalizzando sempre più Federico, anche tenendolo fuori della classe… per il bene della classe.

Cosa possiamo pretendere da:
- un’insegnante di sostegno che, pur essendo titolare di cattedra su scuola comune, riveste quel ruolo in assegnazione provvisoria solo per stare più vicina a casa;
- un’insegnante d’italiano che a 65 anni non può ancora andare in pensione e quando entra nelle classi con disabili li fa uscire perché non li sopporta;
- un insegnante di diritto che va a scuola a tempo perso perché preferisce curare il suo studio di avvocato;
- un insegnante di matematica che è anche vicepreside e quindi ha altro da fare…
… e questi sono solo i primi che mi sono venuti in mente.

Scusate lo sfogo ma sono sicura che mi possiate comprendere...

_________________
Diana
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 5:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

comprendiamo Wink

domanda che potrebbe parere retorica.... : esiste il GLHI nella scuola di tuo figlio?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
didi63
neoutente


Registrato: 02/02/12 20:41
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 7:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Credo che esista, almeno sulla carta.
Secondo voi posso chiedere che si riunisca (siamo ormai a marzo)?
Intanto come primo passo io e mio marito abbiamo redatto una lettera al consiglio di classe in cui parliamo senza mezzi termini della situazione scolastica di Fede e chiediamo conto del comportamento di alcuni docenti, evidenziando che siamo a conoscenza del fatto che nostro figlio trascorre molte ore nel corridoio con i bidelli...

_________________
Diana
Top
Profilo Invia messaggio privato
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Gio Mar 01, 2012 10:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io non riesco a capire come può essere stato redatto un PEI senza una convocazione del GLHO essendo questo l'organo che ha il compito di predisporre PDF e PEI/PEP. Su QUALI indicazioni e di CHI è stato predisposto il PEI? Io chiederei subito un incontro con il DS affinchè venga convocato un consiglio di classe straordinario con la partecipazione dell'equipe che segue Federico; anche se siamo un pò troppo avanti nel periodo scolastico con una situazione insostenibile.

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Ven Mar 02, 2012 12:27 am    Oggetto: Rispondi citando

a proposito di GLHI

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



.......

Daniela, sappiamo bene come funziona......tutto è possibile a dispetto dell'applicazione delle norme in materia......

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
gianfry
utentejr


Registrato: 22/02/10 09:24
Messaggi: 120
Residenza: (NA)

MessaggioInviato: Ven Mar 02, 2012 10:11 am    Oggetto: Rispondi citando

Io farei così. Distinguerei tre linee di azione per mettere le basi e preparare il terreno per cercare di dare una svolta alla situazione (conta che ci vorrà un pò di settimane prima di vedere qualche cambiamento stabile):

la prima, diciamo "istituzionale": quella appunto di parlare con la DS, chiedere una convocazione urgente del GLHO dove parlare DELL'ASSOLUTA NECESSITA' del lavoro di integrazione IN CLASSE. Meglio ancora sarebbe se riuscissi a portarti al GLHO uno dei terapisti di Federico o il Neuropsichiatra che lo segue (quelli dell'ASL (sic!) non so tu ma io non ci conterei), che rafforzi il tuo discorso magari portando una relazione o qualcosa di scritto (da verbalizzare e allegare agli atti) che confermi la necessità MEDICA dell'integrazione di Federico (vedi come va, sopporta tutte le lamentele sull'impossibilità da parte loro etc. etc. etc. ) Fai proposte concrete tipo: interrogatelo alla lavagna insieme agli altri preparando prima la lezione a casa, cerca e fornisci tu schede e materiale più adatto a Federico se ce ne è bisogno, etc.
La seconda : dopo questo devi iniziare a fare pressione sui curricolari andandoci (lo so che è un bel sacrificio ma bisogna pressare) ogni settimana a parlare uno per uno (magari scegli le materie principali se hai probelmi di tempo e lavoro) per chiedere come è andata, se quello che si è detto l'hanno fatto, su quali difficoltà si sono incontrate, etc. e DAI APPUNTAMENTO ALLA SETTIMANA SUCCESSIVA !!! (devono avere l'idea che con te il MURO DI GOMMA non funziona!!!!).

Lo so, lo so, che sembrerà surreale fare discorsi così ai docenti curricolari che si mostreranno "sinceramente stupiti" del solo fatto che tu ti rivolga a loro e non all'insegnante di sostegno "CHE E' QUELLO CHE LO DEVE SEGUIRE!!" ma tu fai finta di non recepire il messaggio e continua a rivolgerti direttamente a loro parlando della centralità del ruolo del curricolare nell'integrazione proprio come se difronte avessi gente motivata che ti ascolta.
Cercati tra loro qualcuno più sensibile con cui allearti ma non contarci troppo: se non ne trovi, non ti scoraggiare e continua!

Stesso discorso devi instaurare con l'insegnante/gli insegnanti di sostegno (tanto più se sono di ruolo e non supplenti annuali, ma anche in questo caso non rinunciarci e preparati ogni anno a fare lo stesso discorso): fornisci tu il materiale, soprattutto offriti di aiutarli con le "scartoffie" cioè con le cose che invece sono preziosissime per noi che sono il PEI e il PDF.

La terza, che mi rendo conto sarà la più difficile forse, è quella di ri-motivare Federico. Deve andare a scuola col miglior atteggiamento possibile. Qui non so consigliarti perché non lo conosco.
Con il mio Simone (ha un autistimo di media gravità, verbalizza ma ha grossi problemi relazionali e di inadeguatezza nel comportamento sociale) ho scoperto che la molla del "stai diventando grande" e se ti impegni "andrai alla scuola dei grandi (adesso sta in terza media)" è molto forte in lui. Ma , ti ripeto, non sarà facile ma dovrai cercare tu la strada migliore e come fare.

In sintesi:
devono pensare di te "ECCO CHE ARRIVA QUELLA CHE NON MOLLA" (e questo, non necessariamente andando a litigare ogni volta! - ricordi che "l'emergenza", "buttarla in caciara", "il clima di scontro verbale aperto" potrebbero essere i terreni migliori per lasciare tutto uguale) !!

devono rassegnarsi loro al fatto CHE TU NON RECEPISCI LA LOGICA DEL "MURO DI GOMMA" (anche se lo sappiamo che è molto efficace e fa grandi danni ai nostri ragazzi!) E CHE CONTINUERAI A CHIEDERE CONTO DI COSA STANNO FACENDO.

Scusa la lunghezza ma l'ho scritto di getto!!!

_________________
da Gianfry ... "Ciao, amici !" (è il saluto del mio Simone)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kodia
Site Admin
Site Admin


Registrato: 23/10/09 19:04
Messaggi: 2357
Residenza: deserto di Atacama

MessaggioInviato: Ven Mar 02, 2012 12:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

molto ben scritto Gianfry Smile
altra cosa: e gli altri genitori? sai, succede che di solito non sanno nulla però questo non significa che non potrebbero darti una grossa mano una volta che vengano informati.... perchè a me non è piaciuto quel punto in cui dici che i suoi compagni lo usano come zimbello per disturbare. Proverei a scrivere a tutti per tramite del rappresentante dei genitori Wink
----------------
nel GLHI il DS deve illustrare quante ore di sostegno ha chiesto per ciascun alunno... così magari sai cosa ti toccherà l'anno prossimo e puoi agire per tempo.....

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
didi63
neoutente


Registrato: 02/02/12 20:41
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Ven Mar 02, 2012 4:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie ragazzi!
Siete stati preziosissimi.
Intanto stamattina ho fatto protocollare la lettera al Consiglio di classe; attendo le reazioni (a giorni dovrebbero riunirsi per gli scrutini e quindi si spera che la leggano) e poi parto con la strategia di Gianfry!
Vi farò sapere appena ci sono novità.

P.S. Non sapete quanto mi conforta il fatto che ci siate! Wink

_________________
Diana
Top
Profilo Invia messaggio privato
daniela
utentesenior


Registrato: 25/10/09 12:35
Messaggi: 563

MessaggioInviato: Ven Mar 02, 2012 6:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

gianfry ha scritto:



In sintesi:
devono pensare di te "ECCO CHE ARRIVA QUELLA CHE NON MOLLA" (e questo, non necessariamente andando a litigare ogni volta! - ricordi che "l'emergenza", "buttarla in caciara", "il clima di scontro verbale aperto" potrebbero essere i terreni migliori per lasciare tutto uguale) !!

devono rassegnarsi loro al fatto CHE TU NON RECEPISCI LA LOGICA DEL "MURO DI GOMMA" (anche se lo sappiamo che è molto efficace e fa grandi danni ai nostri ragazzi!) E CHE CONTINUERAI A CHIEDERE CONTO DI COSA STANNO FACENDO.
!


D'accordissimo Gianfry! Smile

Diana tienici informati!

_________________
Daniela
Top
Profilo Invia messaggio privato
koalamum
neoutente


Registrato: 23/12/11 12:36
Messaggi: 21

MessaggioInviato: Sab Mar 03, 2012 4:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gli scorsi anni andavo quasi ogni mese a parlare con gli insegnanti curricolari di mio figlio(2 superiore) e così anche gli anni precedenti,secondo me erano stufi di vedermi,intanto sapevano che noi genitori ci tenevamo e tenevamo sotto controllo la situazione,io usavo i giorni di permesso della 104 e prendevo 2-3 appuntamenti per giorno.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
didi63
neoutente


Registrato: 02/02/12 20:41
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Mer Mar 21, 2012 7:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buonasera a tutti!
Vi aggiorno sulla situazione illustrata nei post precedenti.
Come vi avevo anticipato ho fatto protocollare la famosa lettera indirizzata al consiglio di classe e... nel giro di pochi giorni ho visto i quaderni di Federico riempirsi di nuove lezioni, appunti e mappe concettuali (molti quaderni erano fermi a gennaio, dicembre e uno addirittura a novembre...), il diario rifiorire di assegni... e inoltre mio figlio mi ha riferito (con un certo rammarico perchè in fondo gli faceva comodo stare nel corridoio a non far nulla) che non veniva più messo fuori dalla classe.

Contemporaneamente sono stata contattata dall'insegnante referente del GLH d'istituto che mi ha invitata (da parte della preside) a partecipare "in via del tutto eccezionale" al consiglio di classe che si sarebbe tenuto di lì a pochi giorni.
Inutile dirvi che io e mio marito siamo andati al Cdc armati di leggi, sentenze e circolari varie ma non c'è stato bisogno di tirarle fuori perchè i docenti ci sembravano tutti molto spaesati, tanto che il consiglio di classe è stato presieduto personalmente dalla preside che ci ha assicurato che avrebbe vigilato perchè si facesse tutto secondo le regole...
Come per miracolo la scuola ci ha anche fissato, per domani, un appuntamento con la nuova neuropsichiatra dell'ASL che vorrebbe conoscere Federico.
Veniamo al punto: abbiamo saputo che domani all'incontro con la neuropsichiatra saranno presenti anche l'insegnante di sostegno e la referente GLH. Devo precisare che l'incontro avverrà NON A SCUOLA MA PRESSO L'ASL, si configurerà come "visita neuropsichiatrica" con tanto di prescrizione medica e pagamento del ticket.
Se fossimo stati solo in presenza della neuropsichiatra io le avrei consegnato tutta la documentazione medica relativa a mio figlio ma, in presenza delle insegnanti SONO TENUTA A FARLO?

Da insegnante io so che la scuola non deve essere in possesso di alcuna diagnosi medica ma solo del profilo dinamico funzionale redatto dalla ASL: tutta la documentazione medica deve essere nota solo al medico neuropsichiatra...

Qualcuno mi illumini per favore! Grazie.

_________________
Diana
Top
Profilo Invia messaggio privato
gianfry
utentejr


Registrato: 22/02/10 09:24
Messaggi: 120
Residenza: (NA)

MessaggioInviato: Gio Mar 22, 2012 1:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sono molto felice delle buone notizie che riporti: non sono un "miracolo" ma la conseguenza delle opportune azioni intraprese con decisione da te e tuo marito.
Il genitore "tipo" di ragazzi disabili a cui la scuola è tendenzialmente abituata è quello "prono", "assente" o "inesistente", "non collaborativo" e in soggezione per "la grande cortesia che la scuola fa nel tenersi i figli scaricati per tutto il tempo-scuola". Subito si accorgono delle differenze ma ci provano sempre (e parlo così perché come te, anche mia moglie insegna e so le battaglie che fa anche per tanti altri ragazzini !!). Grazie per aver messo in comune qs buone notizie: ne abbiamo tutti bisogno.

Riguardo la tua domanda ... la diagnosi compare appunto nella Diagnosi Funzionale ma anche nel PEI entrambi documenti che la scuola maneggia e, nel secondo caso, sottoscrive. Inoltre anche il PDF, pur non riportando la diagnosi clinica esplicitamente, però riporta nel dettaglio le compromissioni dei diversi assi (neurologico, relazionale, cognitivo, percettivo, etc.) ed è anch'esso sottoscritto dalla scuola.
Ma la mia domanda per te è: perché ti poni qs problema sull'accesso della scuola alla diagnosi clinica e/o documentazione medica relativa a Federico?
Ciao, Gianfranco

_________________
da Gianfry ... "Ciao, amici !" (è il saluto del mio Simone)
Top
Profilo Invia messaggio privato
didi63
neoutente


Registrato: 02/02/12 20:41
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Gio Mar 22, 2012 3:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bella domanda Gianfranco!
Mi pongo il problema dell'accesso alla documentazione medica da parte della scuola perchè, evidentemente, sono a conoscenza di episodi che denunciano un pessimo uso della stessa, in barba alle più elementari norme sulla riservatezza... Per spiegarmi meglio: qualche tempo fa nella mia scuola una collega di sostegno usava farsi fotocopiare dai bidelli le diagnosi degli alunni disabili; inutile dire che i bidelli (sic) le leggevano e le commentavano lasciandone qualche copia in più in giro per la scuola...

Vabbè, veniamo al dunque: oggi abbiamo fatto la visita con la nuova neuropsichiatra che ci è apparsa alquanto scrupolosa e attenta e ha fissato un nuovocolloquio per conoscere meglio Federico; le insegnanti di sostegno sono state lasciate fuori e ammesse solo a fine visita.
Ciao!!

_________________
Diana
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 7.629